title_news_large
giovedì 20 aprile 2017

Cannes 70: Carpignano alla Quinzaine

Jonas Carpignano è un giovane regista italo-afro-americano che si è fatto notare da tempo dalla stampa internazionale e dai festival, e che noi abbiamo molto apprezzato per i suoi cortometraggi e per il lungometraggio Mediterranea.
Alla Quinzaine des Réalisateurs porta A Ciambra, lungometraggio che torna a raccontarci storia e personaggi già protagonisti del corto omonimo.
I protagonisti del film sono attori non professionisti che interpretano se stessi e sono gli attuali abitanti della Ciambra, ovvero la comunità rom stanziale di Gioia Tauro, in Calabria, dove finora il 32enne regista ha diretto e prodotto due corti e due lungometraggi.
A Ciambra, “la camera”, racconta di Pio, ragazzino rom che non ha mai vissuto l’infanzia, subito immerso in esperienze borderline, tra furti e lavoretti illegali.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Cannes 70. Makala

Secondo lungometraggio documentario di Emmanuel Gras (La vita di una mucca aka Bovines, era già stato presentato nel 2011 alla Selection ACID di (...)

Cannes 70. Gabriel e a montanha

Secondo lungometraggio del brasiliano Fellipe Barbosa, dopo Casa grande, promosso dal Sundance e presentato in anteprima a Rotterdam, Gabriel e a (...)

Cannes 70. La Belle et la meute

Quella che Kaouther Ben Hania racconta in La Belle et le meute (Aala Kaf Ifrit in arabo) è una storia ispirata a un fatto vero, accaduto nella (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha