title_news_large
venerdì 1 dicembre 2017

Talien al Torino Film Festival

Talien, il lungometraggio di Elia Moutamid, è in proiezione in questi giorni al Torino Film Festival, nella sezione documentari (in programma l’1 e il 2 dicembre).
Ricordi e asfalto scorrono insieme in questo road movie che è anche film di formazione. "Per me è il racconto di tante emozioni. Ripercorro a ritroso, con mio padre Abdel, la strada che lui fece da Fes a Brescia, quando decise di lasciare il Marocco per venire a lavorare in Italia", spiega il regista.
Un vecchio furgone militate rimesso a posto per l’occasione diventa camper, il terzo compagno di avventura. I ricordi di Abdel si sovrappongono al racconto di 40 anni di storia italiana, nel nord operoso e troppo spesso razzista, ma anche contadino e accogliente.
"Quel che mi stava a cuore era fare un film sull’Italia - spiega Moutamid - una specie di fotografia del paese e di come è cambiato il paese attraverso il racconto mio e di mio padre.

Talien, prodotto da Cinqueesei, è un film che parla di legami, un viaggio nel territorio più intimo dei rapporti tra padre e figlio, tra nuovi e vecchi vicini di casa.
Un territorio che Elia esplora con umorismo anche sul web: su YouTube impazza la serie ’Arabiscus’, dove con l’aiuto della moglie, Valeria Battaini, spiega a modo suo le "conseguenze dell’invasione".

Fonte: Ansamed

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Il cantiere del possibile

In occasione della morte del regista, annunciata oggi 18 febbraio 2018, abbiamo deciso di ripubblicare questa intervista a Idrissa Ouedraogo, (...)

RomaFF12. Detroit

In occasione dell’uscita nelle sale italiane dell’ultimo film della Bigelow, riproponiamo la nostra recensione in anteprima dopo la presentazione (...)

JCC28. Vent du Nord

L’opera prima del tunisino Walid Mattar, Vent du Nord, dopo l’anteprima mondiale al 39. CineMed di Montpellier, è stato presentato con grande (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha