title_news_large
giovedì 22 marzo 2018

A Carpignano il David come Miglior Regista

Ieri Rai 1 ha ospitato in prima serata la premiazione ai David di Donatello, una lunga diretta dominata quest’anno dal tema dell’impegno contro la violenza di genere, e dagli omaggi a Steven Spielberg, Diane Keaton e Stefania Sandrelli.
Per noi tuttavia il momento più importante rimarrà quello in cui Piefrancesco Favino ha annunciato che il David per la regia andava al nostro Jonas Carpignano per il film A Ciambra, candidato anche per la sceneggiatura originale.
Visibilmente emozionato, il regista nato a Roma e cresciuto fra la capitale e gli Stati Uniti, ha ringraziato i suoi produttori e gli interpreti Pio Amato e Koudous Seihon, condividendo il premio con la sua squadra ma soprattutto con Gioia Tauro, con A Ciambra e con la famiglia Amato. Al film A Ciambra è andato anche il David per il miglior montaggio (Alfonso Gonçalves).

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Afriche in movimento sulla Croisette

Una presenza ancora una volta minoritaria, ma molto importante, quella di film e cineasti/cineaste afrodiscendenti nella prossima edizione del (...)

Il giovane Karl Marx

Dal 5 aprile ha raggiunto finalmente anche le sale del nostro paese l’ultima fatica di Raoul Peck, Il giovane Karl Marx (Le Jeune Karl Marx, (...)

Contromano

Uscito il 29 marzo per 01 Distribution in 300 copie, Contromano di Antonio Albanese ha avuto un discreto weekend d’apertura, con oltre 700 mila (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha