title_news_large
venerdì 31 agosto 2018

Venezia75: incontro con Collettivo N

Nell’ambito della 75a Mostra del Cinema, alla Villa degli Autori del Lido di Venezia, storica sede delle Giornate degli Autori, è in programma mercoledì 5 settembre alle 15 una tavola rotonda di riflessione convocata dal Collettivo N, una rete di artiste e artisti afrodiscendenti e di origini diverse attivi nell’audiovisivo.

Sarà un’occasione importante per interrogarsi sull’immagine del corpo nero nel cinema e nella serialità e sulla condizione delle e dei cineasti di origine non italiana nel nostro paese. Per iniziare un discorso che capovolga ogni stereotipo ed ogni frontiera.

Il collettivo N è un gruppo italiano di professionisti dell’audiovisivo i cui membri sono quasi tutti di origine africana. È una realtà artistica che ha come obiettivo il cambiamento dell’immaginario collettivo. Il Collettivo porta avanti una battaglia fondamentale per una equa e rispettosa rappresentazione del corpo nero nel cinema italiano. Il corpo è sempre più marginalizzato e stereotipato. Il tutto va unito poi all’annosa questione di un professionismo afroitaliano ancora poco valorizzato nella penisola.

Come dichiara il collettivo: "L’Italia negli ultimi 50 anni è diventata multiculturale. La società si è fatta complessa e anche le esigenze attuali del nostro cinema dovrebbero essere tali. Purtroppo, a parte pochi e fortunati casi isolati, non sempre è così. Il lavoro sulla rappresentazione dello straniero di nascita o di origine nel cinema nazionale ancora è un lavoro tutto da costruire.

Ne godrebbero non solamente persone come noi direttamente interessate, ma in generale tutto il sistema cinema, pubblico compreso. Perché anche il pubblico, come molti professionisti, risulta essere fatto di sguardi, pelli, religioni, attitudini mescolate. L’Italia è meticcia, non solo nera o solo bianca, e la tavola rotonda mira a mettere al centro questo meticciato, senza però nascondere un passato fatto di barriere culminate a volte anche in aperti atteggiamenti discriminatori.

Serve un cinema inclusivo, che racconti storie e le possa presentare senza barriere ad un pubblico di giorno in giorno più complesso.

Lo scopo è il dialogo tra chi questi problemi li vive sulla propria pelle e chi pur non vivendoli vuole di fatto cambiare l’ordine vigente delle cose, per questa ragione il Collettivo N ha invitato a sedersi alla tavola rotonda, colleghi di quante più origini possibile ed è con gioia che tanti saranno presenti".

Per le Giornate degli Autori, che ospitano l’incontro, interverrà Giorgio Gosetti, delegato generale.
L’incontro sarà presentato da Laura Delli Colli (presidente SNGC), moderato da Enrico Magrelli (giornalista, critico cinematografico), interverranno tra gli altri: Igiaba Scego (scrittrice e fellow of International Center of humanities and social Change Venice Ca’Foscari), Leonardo De Franceschi (ricercatore universitario dip. filosofia e spettacolo Roma tre), Farah Polato (ricercatrice universitaria presso l’università Di Padova), Chiara Cremaschi (regista, documentarista e sceneggiatrice), Eugenia Tempesta (attrice), Jun Ichicawa (attrice), Liyu Jin (attrice), Babak Karimi (attore e montatore), Hossein Taheri (attore), Berardo Carboni (regista), i membri del Collettivo N.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

JCC: due premi per Fatwa

Si è da poco conclusa la 29ma edizione delle Journées Cinématographiques de Carthage a Tunisi, il più importante festival di cinema dedicato alle (...)

Siamo con MEDITERRANEA

Mediterranea è una piattaforma di realtà della società civile arrivata nel Mediterraneo centrale dopo che le ONG, criminalizzate dalla retorica (...)

Atlantico Festival

Arriva al centro sociale TPO di Bologna - il 22 e 23 settembre - la prima edizione di ATLANTICO, un festival che intende esplorare e valorizzare (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha