title_news_large
domenica 20 luglio 2008

Visioni panafricane al Giffoni Film Festival

Ha avuto inizio lo scorso 18 luglio la 38. edizione del Giffoni Film Festival, che si svolgerà fino a sabato 26 luglio nella cittadina di Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, con tre schermi, la Cittadella del Cinema e numerosi eventi e spettacoli all’aperto.
Tra i film in cartellone, segnaliamo innanzitutto un evento speciale: il documentario Kidogò - un bambino soldato che racconta la vita di John Baptist Onama, ex bambino soldato nell’Uganda degli anni Ottanta di Idi Amin: ad introdurre il film – realizzato dall’italiano Anglo Longoni, regista e scrittore teatrale che recentemente ha firmato la regia televisiva di Caravaggio con Alessio Boni – sarà lo stesso Onama, che oggi ha 41 anni.
Alcuni titoli di interesse panafricano sono presenti anche tra le diverse sezioni competitive del festival. Nella sezione “Free to Fly” (dedicata ai ragazzi dai 12 ai 14 anni), sono stati selezionati in concorso il tedesco Feuerherz (Heart of Fire) del regista italiano Luigi Falorni, presentato all’ultimo Festival di Berlino, e Cartouches Gauloises (Summer of ‘62) del franco-algerino Mehdi Charef, presentato al Festival di Cannes del 2007.
Inoltre, nella sezione “Y Gen” (per ragazzi dai 15 ai 17 anni), segnaliamo Linha de passe realizzato dal regista brasiliano Walter Salles con Daniela Thomas, in concorso all’ultimo festival di Cannes, dove la protagonista Sandra Corveloni ha ottenuto il premio come migliore attrice.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha