title_news_large
martedì 22 luglio 2008

Su ARTE, Black is Beautiful!

Andrà in onda questa sera su Arte uno speciale dedicato alla cultura afroamericana degli anni ’70, dal titolo Black is Beautiful: un tuffo nella memoria visiva e sonora, per ricordare come il pubblico afroamericano di quegli anni avesse finalmente trovato i propri eroi (Shaft, Sweetback) e una star musicale in cui concentrare la rabbia e le speranza (James Brown).
Il palinsesto di questa lunga, calda serata prevede, alle 21, il mitico film Shaft (Gordon Parks, 1971, 96’), con Richard Roundtree che interpreta il detective nero più cool di Harlem, capostipite e modello del genere della blaxploitation.
A seguire, alle 22.35 ed alle 23.40 il documentario Mr. Brown (Philippe Manoeuvre, 65’) e poi il leggendario concerto tenuto da James Brown nel 1979 a Monterey (60’).
Infine, dopo la mezzanotte (00.30), si chiude in bellezza con Sweet Sweetback’s Baadassss Song (1971, 93’) del cineasta afroamericano ultraindipendente Melvin Van Peebles (padre di Mario Van Peebles): il film che ha rivoluzionato Hollywood, che ha ispirato Tarantino e Spike Lee ed ha fatto esplodere il funk.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha