title_news_large
venerdì 22 agosto 2008

Hammamet rende omaggio a Elyes Zrelli

Il cinema tunisino è in lutto. Una fine assurda per Elyes Zrelli, uno dei migliori assistenti alla regia tunisini: 42 anni, sposato, padre di due figli, è stato ucciso lo scorso 10 agosto in Germania, nei pressi di Francoforte, ed è stato sepolto nella sua città natale Beni Khiar, nei pressi di Nabeul.
Proprio nella sua regione natale sarà ricordato domani, 23 agosto, in Tunisia, in occasione della serata di chiusura della Settimana del Cinema Mediterraneo di Hammamet: il suo cortometraggio Coming Soon sarà infatti proiettato prima del film di chiusura, il libanese Sous les bombes di Philippe Aractingi.
Si arresta così, tragicamente, la carriera di un professionista del cinema che ha lavorato anche in produzioni televisive internazionali e che ha accompagnato alcuni dei più importanti film tunisini e maghrebini, da Un été à La Goulette (Ferid Boughedir, 1995) a La Saison des hommes (Moufida Tlatli, 2000), da Ghodoua nahrek (Demain je brûle, Mohamed Ben Smail, 1998) a Khorma (Jilani Saadi, 2002), da Le Soleil assassiné (Abdelkrim Baloul, 2003) fino a Les Anges de Satan (Ahmed Boulane, 2007).

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha