title_news_large
martedì 26 agosto 2008

Fortress Europe: il rapporto di luglio

Fortress Europe è una rassegna stampa che dal 1988 ad oggi fa memoria delle vittime della frontiera: 12.717 morti, di cui 4.744 dispersi.
Sono soprattutto naufragi, ma anche incidenti stradali di tir carichi di uomini nascosti insieme alle merci. È il caldo nel Sahara o le nevi dei valichi montuosi, sono le mine dei campi di Evros, in Grecia, sono gli spari della polizia marocchina, dell’esercito turco o le torture delle carceri in Libia e Algeria. Per chi viaggia da sud, in un modo o nell´altro, di frontiera non è difficile morire...
Agghiacciante il rapporto di luglio. Almeno 158 morti alle frontiere Ue, di cui 48 nel Canale di Sicilia e altrettanti in Spagna. Strage di bambini: al largo delle coste andaluse e di quelle italiane, annegati 13 neonati e due donne incinte. Altre 38 persone, secondo testimonianze raccolte in esclusiva da Fortress Europe, sarebbero disperse tra Algeria e Sardegna. Speciale Turchia. Nel rapporto di questo mese, le agghiaccianti testimonianze sulle condizioni di detenzione dei rifugiati africani nel Paese candidato all’ingresso nell’Ue.
Vai al reportage completo del mese di luglio su Fortress Europe.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha