title_news_large
domenica 7 settembre 2008

Venezia 65: i premi collaterali

A circa 24 ore dalla chiusura della 65. Mostra di Venezia, chiudiamo con le notizie in arrivo dal Lido con un’ultima carrellata sui premi collaterali attribuiti a film di interesse panafricano.
Innanzitutto, un ultimo piccolo grande premio attribuito al film Teza del regista etiope Haile Gerima, che, come il collega tunisino Kechiche nel 2007, era tra i favoriti al Leone d’Oro ed è tornato a casa con il Premio Speciale della Giuria. Il regista ha infatti anche ottenuto da Cinemavvenire il premio "Il cerchio non è rotondo. Cinema per la pace e la ricchezza della diversità", con la seguente motivazione: «Perché rende la necessità di ricostruire la propria identità culturale un elemento essenziale per la pacifica convivenza tra i popoli».
Infine, tre altri riconoscimenti per PA-RA-DA, l’opera prima di Marco Pontecorvo, che ha ricevuto il Premio Don Gnocchi, il Premio Lanterna Magica e il Premio Air For Film Fest (CGS).

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha