title_news_large
mercoledì 11 marzo 2009

La Tunisia in concorso ad Alba

In arrivo l’ottava edizione dell’Alba International Film Festival (17-22 marzo 2009), per il secondo anno consecutivo sotto la direzione artistica della Scuola Holden, per far confrontare il cinema con la letteratura, la musica, la televisione, la filosofia, la religione e la scienza, nel segno della ricerca esistenziale. Fra i dieci titoli in concorso – tutti inediti in Italia e guidicati da una giuria presieduta dal regista Marco Ponti – anche un titolo dal continente africano, il film tunisino Un si beau voyage (2009), opera seconda di Khaled Gorbal.
Il film racconta di Mohamed, operaio tunisino per anni impiegato in una fabbrica della banlieue parigina, che, giunta l’età della pensione, vede la sua vita cambiare radicalmente. Deciso a conservare la propria dignità, sceglie di tornare in Tunisia, nel paese dove è nato e cresciuto e al quale non ha più fatto ritorno. Salutati gli amici e i vecchi amori, parte per la sua terra d’origine, dove, però, trova un mondo cambiato che fatica a riconoscere. Mal accolto dalla famiglia, Mohamed accetta fino in fondo il suo destino di solitudine e parte per un ultimo, decisivo viaggio.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha