title_news_large
sabato 18 aprile 2009

L’Africa di Verdone

Inizieranno lunedì 20 aprile nello studio 8 di Cinecittà le riprese di Io, loro e Lara, il nuovo film diretto, interpretato e co-sceneggiato da Carlo Verdone che uscirà l’8 gennaio 2010 e che lo vedrà impegnato, insieme a Laura Chiatti, in qualcosa di assai diverso dal solito. Sono stati gli stessi due protagonisti insieme a buona parte del cast, tecnico e artistico, ad accompagnare i giornalisti in una breve ma intensa visita sul set e a raccontare qualche dettaglio in più su quello che si annuncia come uno dei film italiani più attesi della prossima stagione.
Protagonista di Io, loro e Lara è Carlo Mascolo (Verdone), un sacerdote missionario in Africa che in un momento di profonda crisi esistenziale e di fede decide, su suggerimento delle più alte cariche ecclesiastiche che comprendono il momento di sconforto, di prendersi una pausa di riflessione, di far ritorno a Roma per ritrovare il calore della sua famiglia e riuscire in questo modo a superare il problema. Ma al suo ritorno lo scenario sarà ben diverso dalle sue attese perché la sua famiglia è sull’orlo di una crisi di nervi, tanto che ad un certo punto l’uomo si troverà a rimpiangere l’Africa e le sue precarietà alla tragicomicità della nostra società occidentale. «Alla fine lo scenario africano tra predoni, alluvioni, malattie e povertà apparirà, agli occhi del mio personaggio, assai più sano di quello italiano» - ha spiegato Verdone non senza una punta di amarezza. «Si sentirà umiliato dalla propria famiglia e dalle proprie radici, intrappolato in una società schizofrenica in cui manca il rapporto umano e tutto gira intorno alla psicanalisi, mentre in Africa non c’è tempo per queste cose e la vita si vive appieno».
Le riprese di Io, loro e Lara si svolgeranno per circa un mese e mezzo negli studi di Cinecittà per poi spostarsi in centro per qualche ripresa esterna e poi in Kenya, nella periferia nord di Nairobi a circa 300 km dal confine con la Somalia, una delle poche zone non turistiche del continente africano che hanno avuto il nullaosta da parte della compagnia assicurativa.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha