title_news_large
giovedì 11 giugno 2009

Tornatore apre la Mostra di Venezia

Baaria di Giuseppe Tornatore sarà il film d’apertura della 66. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, in programma al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre 2009. Baaria, in concorso, verrà presentato in prima mondiale la sera del 2 settembre nella Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido - a seguire la cerimonia di apertura - ed è il primo film italiano dopo 20 anni a inaugurare la Mostra di Venezia. Il film, che rappresenta la più impegnativa produzione dell’industria cinematografica italiana da molti anni a questa parte, «è una meraviglia che potrebbe essere definito un “C’era una volta in Sicilia”»: è così che il produttore e distributore tunisino Tarak Ben Ammar parla di Baaria, da lui prodotto insieme a Medusa, che vede una Bagheria interamente ricostruita negli studi tunisini dell’imprenditore.
Baaria, prodotto e distribuito da Medusa Film, uscirà nelle sale italiane il 25 settembre. Come spiega Tornatore: «Baaria è un suono antico, una formula magica, una chiave. La sola in grado di aprire lo scrigno arrugginito in cui si nasconde il senso del mio film più personale. Una storia divertente e malinconica, di grandi amori e travolgenti utopie. Una leggenda affollata di eroi. Ma Baaria è anche il nome di un paese siciliano dove la vita degli uomini si dipana lungo il corso principale. Poche centinaia di metri, tutto sommato. Ma percorrendole avanti e indietro per anni, puoi imparare ciò che il mondo intero non saprà mai insegnarti».

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha