title_news_large
giovedì 11 giugno 2009

Il leone del deserto su Sky Classics

Sarà trasmesso oggi 11 giugno alle ore 21 su Sky Cinema Classics (canale 315 di Sky) il kolossal anticolonialista del regista siriano Mustapha Akkad, Omar Mukhtar – Lion of the Desert (Il leone del deserto, 1981). Nato ad Aleppo nel 1930, Akkad si era formato negli Stati Uniti e Il leone del deserto, che racconta gli ultimi anni del leader beduino della resistenza anti-italiana giustiziato dai fascisti nel 1931, per ironia della sorte è destinato a rimanere l’ultimo film da regista di Akkad, morto nel 2005 in un attentato ad Amman.
Quel po’ di notorietà che ha in Italia, Il leone del deserto lo deve soprattutto al clima di ostracismo che lo ha accompagnato fin dall’inizio. Uscito in prima mondiale a New York nell’aprile 1981, il film viene distribuito in diversi paesi europei, ma non in Italia, dove l’allora Sottosegretario agli Esteri Raffaele Costa lo definisce lesivo dell’onore dell’esercito. Di più, col pretesto che il film non ha ottenuto il nullaosta di censura, ne viene costantemente impedita la proiezione. Sei anni dopo la Digos bloccò una proiezione a Trento. Nel 2003 Giuliano Urbani, ministro della cultura del governo Berlusconi, davanti all’ennesima interrogazione parlamentare che chiedeva la revoca della censura e la messa in onda sulla Rai, non concesse il nulla osta. Così le rare occasioni in cui il film è stato mostrato, nella versione originale inglese – come a Riminicinema nel 1988 o al Festival dei Popoli nel 2002 – hanno assunto il sapore dell’evento. Grazie al circuito homevideo, in anni recenti Omar Mukhtar è stato riscoperto in numerosi cineforum e in rete ne circola addirittura una versione sottotitolata amatorialmente in italiano: è dunque un evento eccezionale da non perdere la programmazione di oggi di Il leone del deserto su Sky Classics.
Per non dimenticare. Anche perché il povero Omar, appuntato bellamente in foto sul bavero della giacca del colonnello Gheddafi, si starà rigirando nella tomba...

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha