title_news_large
giovedì 11 giugno 2009

Afro: la voce dell’Africa

Debutta oggi 11 giugno il Progetto Afro, un notiziario quotidiano prodotto da Agi e un portale in inglese per permettere ai giornalisi africani di parlare all’Europa. «L’Africa muore in silenzio perché nessuno ascolta la sua voce», ha scritto Ryszard Kapuscinski. Eppure, in Italia Tv e stampa sono i primi protagonisti di una disattenzione cronica, dove le crisi africane nascono e spariscono come lampi nel cielo, inghiottite tra i titoli apocalittici sugli sbarchi dei "clandestini". In Italia, che pure è avamposto di frontiera tra Europa ed Africa e nonostante la presenza sul nostro territorio di centinaia di migliaia di africani, l’editoria sembra indifferente alla possibilità di un nuovo e interessante racconto.
A fronte di questo processo appare sempre più necessaria una offerta informativa puntuale, rispettosa dei fatti, capace di analizzare le reali e profonde cause dei cambiamenti e degli eventi; un’informazione capace, insieme, di ascoltare l’Africa e di parlare all’Africa, capace di sensibilizzare la platea dei giornalisti e l’opinione pubblica e i soggetti istituzionali interessati. Questo è l’obiettivo principale del Comitato Afro (presieduto da Riccardo Bonacina), che viene presentato oggi a Roma (alle 17,30 alla Sala Stampa estera, in via dell’Umiltà, 83/c): un nuovo progetto che mira a dare sostanza e futuro all’invito di Kapuscinski.
«Afro» è il nome del progetto che ha il suo punto di innovazione nella creazione di un notiziario quotidiano prodotto da un’importante agenzia di stampa (l’Agi) dedicato all’Africa, e nella creazione di un portale (realizzato da Vita) come infrastruttura gratuita che permetta alle esperienze di informazione dal basso africane (sono già otto i partner africani del portale) di parlare all’Europa. Il progetto Afro, promosso da Fondazione Unidea e che si avvale della collaborazione di un Comitato scientifico, avrà tra i suoi obiettivi anche la promozione di attività formative dedicate ai giornalisti africani e ai rappresentanti della società civile del continente e lo sviluppo di scambi culturali tra Italia e Africa.
Vai al sito: www.afronline.org

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha